Campi​ di volontariat​o

Tra i numerosi proggetti di Scuoladottauncomune ci sono molti campi di volontariato. Si svolgono ogni anno durante i mesi di marzo e agosto in varie zone, inclusa l’isola di Malta. Le attività variano in base ai docenti volontari disponibili. In Italia i campi di volontariato estivi si svolgono in località montane o marine dove sono presenti i centri di Legambiente. Le attività principali sono di protezione ambientale e analisi dei terreni e delle acque.

volontariato

Non mancano però i corsi per la tutela del patrimonio artistico, dalla restaurazione di statue e palazzi storici a quadri e mosaici. Lo scorso anno uno dei campi di volontariato più importanti si è svolto a Pompei restaurare e valorizzare i calchi delle vittime di Pompei. Sono stati selezionati 86 calchi in tutto, per lo più provenienti dagli edifici dell’area archeologica. Le attività svolte sono state di pulitura, consolidamento, integrazione e protezione per recuperare la materia e approfondire la conoscenza degli elementi che compongono i resti. Hanno contribuito al successo del progetto giovani ricercatori in archeologia provenienti dalle università di Pescara e Catania ma non solo. Grazie al progetto Leonardo hanno partecipato anche studenti provenienti da altre università europee, come quella spagnola di Santiago de Compostela e polacca di Cracovia.

Un altro campo di volontariato da menzionare è stato quello svolto a Malta. L’isola mediterranea da ormai 10 anni ospita le più importanti aziende del settore dei casino e slot machine online, grazie ad un’agevolazione fiscale molto competitiva. Il progetto gestito da Scuoladottauncomune era focalizzato sugli aspetti problematici del gioco e la prevenzione attuata dalle compagnie di gioco online stesse per tutelare i propri giocatori. Per poter operare tramite una licenza di gioco di casino e scommesse maltese, ogni compagnia deve far ottenere ai propri dipendenti un certificato sul gioco responsabile. Durante il corso vengono spiegati i problemi che il gioco compulsivo può causare e le conseguenza sociali che può avere. Questo corso deve essere una guida per il miglioramento del servizio offerto e la prevenzione di malattie e problematiche legate alle slot machine.

Itinerari formativi – scopriamo Malta

maltaMalta è un’isola al centro del Mediterraneo, a poco più di 80 chilometri a sud della Sicilia e a 333 chilometri dalla Libia. Molti ne hanno sentito parlare, ma pochi hanno una chiara idea di che tipo di isola sia e delle sue attività. Ex colonia inglese, indipendente dal 1964 e repubblica dal 1974, Malta ha una forte influenza culturale italiana, tant’è che oltre il 66% della popolazione parla fluentemente la nostra lingua.

Grazie ad una politica economica volta ad agevolare attività e compagnie estere, nell’ultimo decennio molte compagnie operanti online, soprattutto di scommesse online e slot machine, si sono trasferite sull’isola. Ad oggi è stimato che il settore del gioco online a Malta impieghi oltre 5000 persone provenienti da tutta Europa ma non solo. Un altro settore di punta dell’isola sono le scuole di inglese. Grazie ad un’offerta competitiva e ad un clima mite, le scuole di inglese attirano centinaia di migliaia di studenti da tutto il mondo.

Scuoladottauncomune offre dei percorsi formativi per corsi di inglese aperti a tutti i cittadini e finanziati parzialmente dalla comunità europea. La presenza della nostra associazione non si limita solamente all’istruzione della lingua inglese. Annualmente organizziamo con la collaborazione di associazioni ambientali locali, delle giornate dedicate all’ambiente e alla valorizzazione del territorio. Ci sono molte attività, dalla semplice ma importante raccolta dei rifiuti e pulizia delle spiagge, alla sensibilizzazione dei cittadini attraverso stand informativi.

Un problema molto attuale che riguarda l’ambiente ma generalmente sottovalutato è quello della caccia non controllata. La caccia a Malta è uno sport molto diffuso e riguarda soprattutto i volatili. Essendo Malta una zona di passaggio di flussi migratori in autunno e in primavera, la caccia non controllata comporta un alto rischio ambientale e mette in serio pericolo le specie di uccelli protette in via di estinzione.

Scuoladottauncomune si impegna dunque anche in campo internazionale per la salvaguardia dell’ambiente e la sensibilizzazione dei cittadini, in fondo siamo tutti ospiti dello stesso pianeta!